La legislazione della Repubblica romana del 1849 in materia ecclesiastica.

Disponibile
Codice Prodotto
000019082
 
Autore
Anno di edizione
2012
Pagine
XIV - 382
ISBN
9788814173882
Professione
Materia
Storia del diritto
40,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Il presente saggio, di cui una prima versione è già apparsa su "Clio" (n. 2 del 2007), esce oggi rielaborato ed arrichito da un imponente apparato di note e di documenti. Lo studio affronta un tema particolarmente caldo: la legislazione ecclesiastica della Repubblica Romana del 1849, proclamata dall'Assemblea dei rappresentanti del popolo, destinata a succedere al potere temporale dei Papi, dichiarato decaduto con il Decreto Fondamentale. Siffatta legislazione, abbracciava, in realtà, una parte rilevantissima di tutto l'ordinamento dello Stato. Considerato infatti che gli Stati romani erano retti da un sistema interamente permeato dalla commistione tra sacro e profano, obiettivo della nuova legislazione era di laicizzare perssoché tutta la società e l'ordinamento civile, nel tentativo di rispettare il sentimento religioso e la tradizione. Tali considerazioni emergono chiaramente dai provvedimenti e dalle leggi adottate, che il presente studio analizza e confronta con altri ordinamenti, con grande acume ed ampiezza di motivazioni.
Autore: Daniele Arru

Prodotti correlati