La translatio iudicii.

Trasferimento del giudizio nel nuovo processo civile (l. n.69/2009).

Disponibile
Codice Prodotto
000019650
 
Anno di edizione
2010
Pagine
XV - 236
ISBN
9788814158193
Professione
Materia
Processo civile
20,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

La translatio iudicii per difetto di giurisdizione è l'importante novità introdotta dalla riforma del processo civile del 2009 sicché oggi lo sbaglio compiuto dall'attore nella scelta del giudice fornito di giurisdizione può essere rimediata e non rivelarsi un pregiudizio irreparabile. Il volume analizza sia la translatio iudicii per incompetenza, già disciplinata dal codice di procedura civile sia la translatio iudicii per difetto di giurisdizione e quindi l'art. 59 della legge 18 giugno 2009, n. 59, facendo emergere tutti i problemi che possono sorgere nell'ambito della trasmigrazione del processo. L'opera approfondisce altresì tutte le singole ipotesi di translatio iudicii per difetto di giurisdizione, dal processo tributario a quello contabile, alla giurisdizione cautelare. Ampio spazio è dedicato all'ipotesi del difetto di giurisdizione nei confronti dello straniero. Con una trattazione pratica ed operativa si fornisce risposta ad alcuni fondamentali quesiti: qual è l'effetto della riassunzione del processo disposta a seguito di translatio iudicii per difetto di giurisdizione? Secondo quali modalità operative questa riassunzione ha luogo? Qual è l'efficacia della pronuncia declinatoria della giurisdizione resa dal giudice a quo? Che cos'è e come si svolge il nuovo "regolamento di giurisdizione d'ufficio"? Con quali modalità e problemi si sviluppa la translatio iudicii per difetto di giurisdizione nei processi davanti ai giudici speciali?

Prodotti correlati