Sapere e credere.

Parte prima. La veritas del testimone de auditu alieno dall'alto medioevo al diritto comune.

Disponibile
Codice Prodotto
000036114
 
Anno di edizione
2012
Pagine
X - 332
ISBN
9788814175091
Area di interesse
Professione
Materia
Storia del diritto
33,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Il volume tratta, attraverso l'esame delle fonti normative e dottrinali sia canonistiche che civilistiche, della prova costituita dalla testimonianza 'per sentito dire'. In questa prima parte di una ricerca più vasta, che tratterà, in una seconda parte, anche gli aspetti tecnici della testimonianza indiretta, l'attenzione è rivolta a spiegare l'origine dell'istituto nell'alto medioevo e le ragioni della sua sopravvivenza nel diritto comune, sia canonistico che civilistico. In particolare, le fonti altomedievali rivelano come l'origine della conoscenza del testimone de relato consista nella sua personale convinzione della verità di quanto riferisce, mentre nel basso medioevo la testimonianza deve concernere esclusivamente fatti ai quali il testimone abbia assistito di persona: la contraddizione che si è venuta così a creare viene fatta emergere attraverso l'esame delle fonti dottrinali bassomedievali.

Prodotti correlati