Code Louis.

Tomo I - Ordonnance civile, 1667.

Disponibile
Codice Prodotto
000108761
 
Anno di edizione
1996
Pagine
LII - 582
ISBN
9788814051074
Materia
Processo civile, Storia del diritto
46,48 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Il 25 settembre 1665 si riunisce al Louvre il Consiglio speciale del Re per la riforma della giustizia (Conseil de Justice), presieduto dallo stesso Luigi XIV. E' un evento significativo per la storia della procedura continentale, nella misura in cui progressivamente prenderà corpo il sottile disegno del sovrano di appropriarsi dell'ordo iudiciarius. Fino all'età moderna, infatti, ai tribunali veniva riconosciuto il potere di determinare i modi stessi del loro operare. L'ordo iudiciarius, la procedura, era considerato manifestazione di una razionalità pratica e sociale, che si era realizzata nel tempo attraverso le prassi create dai giudici, avvocati e loro ausiliari, con la collaborazione della dottrina. L'ordo non garantiva soltanto il diritto di difesa nei giudizi ma anche il diritto di resistenza nei confronti di autorità esterne. Conseguente-mente, veniva riconosciuta alla procedura natura originaria e, in un certo senso, extrastatuale. Con la formazione dello Stato moderno si affermerà, invece, l'opposto principio della statualità della procedura e sarà, appunto, per primo Luigi XIV a rivendicare definitivamente a sé il monopolio della legislazione in materia processuale. L'Ordonnance Civile e l'Ordonnance Criminelle, inizialmente concepite come "codificazioni", nella realtà furono applicate, dagli operatori giudiziari, come "consolidazioni". Esse si collocano, quindi, allo stadio di un avanzato, ma non concluso processo verso la codificazione. Tuttavia, la novità del materiale legislativo, l'organicità della costruzione, la concisione e la coerenza del linguaggio sembrano legittimare l'uso dell'espressione Code Louis per entrambe le ordinanze processuali, quali parti di un unico disegno legislativo. A parte l'inquadramento fra le codificazioni o le consolidazioni, il Code Louis, e i suoi lavori preparatori, rappresentano, soprattutto, un documento fondamentale del contrasto fra il Re e la magistratura; un conflitto di potere che l'Ancien Régime non riuscirà a risolvere.

Prodotti correlati