La responsabilita' civile degli amministratori di societa' per azioni.

Disponibile
Codice Prodotto
000116664
 
Anno di edizione
2012
Pagine
XXVI - 1246
ISBN
9788814166136
Professione
Materia
Civile, Societa'
98,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

È nei periodi di crisi economica, come l¿attuale, che si avverte maggiormente la necessità che le norme sull¿amministrazione delle società, istituzionalmente rivolte ad assicurare correttezza e regolarità gestionale, riescano altresì a consentire efficienza di metodi. Gli interpreti - ed in primis la giurisprudenza - possono oggi avvertire, perciò, l¿importanza di porsi in una prospettiva dinamica, con i capisaldi (e le esigenze) del diritto che debbono sapersi coniugare con i fondamenti (e le urgenze) di un sistema economico interno indifferibilmente bisognoso di crescere. Ed è vero che la responsabilità civile dell¿amministratore di società per azioni è ipotesi patologica, eccezionale, collegata al rigoroso accertamento di inottemperanza ad obblighi a contenuto generico o previsti da specifiche disposizioni di legge: ma il concreto adempimento di essi può assumere significati e sfumature diverse in corrispondenza di particolari contesti ambientali. Rimane sullo sfondo una concezione delle norme probabilmente ancor troppo legata alla pretesa, assoluta preminenza dell¿interesse pubblico ad un ordinato svolgimento delle attività economiche: il che pare penalizzare la capacità competitiva e le prospettive di crescita del nostro Paese nello scenario continentale, mentre le nuove dinamiche dell¿organizzazione societaria e, più a monte, dell¿economia globale, impongono una rivalutazione delle aspirazioni e degli interessi privatistici. Di ciò pareva finalmente aver preso coscienza il legislatore, approdato a licenziare - con i dd.lgss. 17 gennaio 2003, nn. 5 e 6 - una riforma delle società di capitali avallata da maggioranze parlamentari di diverso orientamento, eppure comunemente protese verso un obiettivo di fondo: raccogliere la sfida della concorrenza tra ordinamenti giuridico-economici, accrescendo la competitività degli strumenti apprestati dal sistema interno. Nello stesso senso si sono indirizzate quasi tutte le modifiche apportate negli anni successivi, talune in chiave apprezzabilmente autocritica, come l¿abolizione del (non compianto) rito societario. Il volume, oltre a descrivere e suggerire criticamente, nell¿ottica di una praticità di utilizzo, ha quindi l¿aspirazione di fornire al lettore elementi di giudizio sulla validità (o meno) degli ultimi sforzi legislativi.
Direttore Collana: Paolo Cendon

Prodotti correlati