I reati "d'infedelta'" nelle societa' commerciali.

Artt. 2634-2635 c.c. D.LGS. 11 aprile 2002, n.61.

Non Disponibile
Codice Prodotto
000146514
 
Anno di edizione
2004
Pagine
XX - 354
ISBN
9788814108778
Professione
Materia
Penale
25,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Le crisi finanziarie rivelatesi di recente in Italia hanno posto al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica il tema dei comportamenti di amministratori e soggetti preposti al controllo nelle società commerciali di recente oggetto del D.Lgs. 11 aprile 2002, n. 61. Tra le norme da questo introdotte l'infedeltà patrimoniale, prevista nell'art. 2634 c.c., in particolare, assume un ruolo centrale nella raffigurazione del conflitto d'interessi che induce l'amministratore ad operare per sé ed a scapito dell'ente di cui faccia parte. L'art. 2635 c.c. descrive, per la prima volta nel nostro ordinamento, la condotta di corruzione posta in essere nelle società commerciali da amministratori e/o controllori. Il volume analizza l'effettiva portata di tali disposizioni e costituisce una prima analisi circa la loro pratica operatività, la loro adeguatezza a risolvere i fenomeni criminosi talvolta causa di dissesti economici disastrosi (come le recenti cronache evidenziano), fornendo al contempo suggerimenti interpretativi su norme di non semplice lettura.

Prodotti correlati