Equa riparazione e ragionevole durata del giusto processo.

Non Disponibile
Codice Prodotto
000165529
 
Anno di edizione
2002
Pagine
XI - 234
ISBN
9788814093517
Area di interesse
Professione
Materia
Processo civile
15,50 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

L'opera costituisce un commento sistematico della legge 24 marzo 2001 n. 89, nota come "legge Pinto", la quale riconosce il diritto ad una equa riparazione in favore di chi ha subito un danno patrimoniale o non patrimoniale per effetto della violazione della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, sotto il profilo del mancato rispetto del termine ragionevole del processo. In particolare, in essa vengono trattati gli aspetti processuali e sostanziali della nuova disciplina, con l'esame del procedimento (la competenza e il termine ragionevole del procedimento riparatorio; la domanda, l'istruttoria e il contraddittorio) e della natura della "riparazione". La seconda parte dell'opera è dedicata al commento delle numerose pronunce giurisprudenziali, molte delle quali inedite, emesse già nel primo anno dall'entrata in vigore della "legge Pinto" con costante raffronto con la giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo. Non manca, infine, un inquadramento della nuova legge nell'ambito del concetto di "giusto processo" inserito nel nuovo art. 111 Cost., che costituisce il "filo" che lega le varie parti del lavoro anche attraverso l'esame delle proposte di riforma che vorrebbero attuare quei principi costituzionali e dell'interpretazione costituzionalizzante delle norme introdotte dalla riforma del processo civile.

Prodotti correlati