Europeismo giudiziario e scienza penale.

Dalla dogmatica classica alla giurisprudenza-fonte.

Disponibile
Codice Prodotto
000172121
 
Anno di edizione
2011
Pagine
XV - 212
ISBN
9788814172731
Area di interesse
Professione
Materia
Penale, Comparato e degli stati esteri
20,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Dal tecnicismo giuridico all'approccio costituzionalistico, all¿europeismo giudiziario: questi tre passaggi storici del metodo e della cultura penale sono analizzati in prospettiva comparata attraverso il punto di vista del giudice-interprete (disposizione e norma), del professore-studioso del diritto (dogmatica e costruzione sistematica) e del legislatore (integrazione con le altre scienze). La giurisprudenza fa dottrina e fa diritto, mentre la legge penale è considerata dai Parlamenti e dalle forze politiche un puro mezzo di contrasto contro fenomeni generali. I tempi di una simbiosi felice tra dogmatica (accademica) e politica criminale (legislativa, accademicamente ispirata) sono finiti. I mutamenti epocali in atto nei rapporti tra studio teorico e politica criminale applicata, oltre che nell'evoluzione delle fonti europee e nazionali, impongono oggi di rivedere anche la gerarchia tra funzioni e scopi della pena al cospetto di un ruolo sempre più marcato della giurisprudenza-fonte e dell'input sovranazionale e massmediatico verso un uso del diritto come efficiente strumento di lotta, anziché mera forma di giustizia.

Prodotti correlati