Sistema e struttura nel diritto.

Volume II - Il Novecento.

Disponibile
Codice Prodotto
000282208
 
Autore
Anno di edizione
2002
Pagine
XVIII - 312
ISBN
9788814095726
Area di interesse
Materia
Storia del diritto, Filosofia e teoria generale del diritto
19,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Con l'affievolirsi della Scuola storica tedesca e con l'avvento del positivismo giuridico e dei suoi avversari (i giusliberisti), il campo d'indagine si restringe al solo diritto e l'arco temporale in esame si restringe al solo Novecento. Il secondo volume, pur con qualche richiamo al neokantismo e al neohegelismo, è più saldamente ancorato al diritto, anche se i forti venti del totalitarismo obbligano a qualche deviazione nella direzione della storia politica. Nel Novecento l'uso dei termini 'sistema' e 'struttura' si fa più tecnico, tanto nei fautori quanto negli avversari della visione sistematica del diritto. La nozione di sistema non è più una considerazione incidentale nel contesto filosofico, teologico o giuridico, ma è essa stessa oggetto di analisi, di dissezioni, di valutazioni particolareggiate. Alle spalle di tutto ciò sta, naturalmente, una filosofia: ma il più delle volte è appena accennata, o del tutto taciuta in quanto presupposta. Questa riflessione su se stesso fa sì che il sistema, nel Novecento, si trasformi profondamente: da sistema per descrivere il diritto si tramuta in sistema per applicare il diritto. Si passa dalla teoria alla pratica. Questa trasformazione, avvenuta nel corso di meno d'un secolo, è descritta in modo approfondito in otto capitoli: la metà di quanti ne erano occorsi nel primo volume per tracciare la sintesi di circa diciotto secoli. Ora però interi capitoli sono dedicati all'analisi puntuale delle costruzioni giuridiche che, nella seconda metà del Novecento, si autodefiniscono sistemi. Sono però minuscoli sistemi che ristrutturano non l'intero ordinamento giuridico, ma un suo segmento: non sono più i sistemi onnicomprensivi della filosofia classica tedesca o illuministica, non plasmano più l'intero diritto positivo d'uno Stato, ma organizzano in sistema il diritto privato tedesco o quello austriaco o, addirittura, uno specifico settore di uno di questi diritti positivi. Dal sistema giuridico universale al sistema del risarcimento del danno nel diritto civile austriaco: siamo così giunti al vitino di vespa della clessidra.
Autore: Mario Losano

Prodotti correlati