Sistema e struttura nel diritto.

Volume III - Dal Novecento alla postmodernita'.

Non Disponibile
Codice Prodotto
000282209
 
Autore
Anno di edizione
2002
Pagine
XVIII - 372
ISBN
9788814095733
Area di interesse
Materia
Storia del diritto, Filosofia e teoria generale del diritto
21,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Con la fine della Seconda guerra mondiale, il diritto ritorna a cercare il collegamento con i valori democratici: si attenua il positivismo giuridico, che limitava l'analisi al solo diritto e, simmetricamente, il diritto si apre alle scienze sociali, come al genus di cui il diritto è una species. Perciò nel terzo volume fanno la loro ricomparsa temi e sistemi generali e, con essi, ritornano le visioni teoriche del diritto non più vincolate a uno specifico diritto positivo. La parte inferiore della clessidra incomincia a dilatarsi. La seconda metà del Novecento è caratterizzata da una sempre maggiore vastità e astrattezza dei sistemi giuridici, perché i grandi sistemi di pensiero tornano a occuparsi del diritto. Però questi grandi sistemi non sono più quelli dei filosofi, ma quelli dei sociologi, dei linguisti o degli scienziati: sono superteorie che assegnano al diritto una sua casella nell'edificio nuovamente onnicomprensivo, proprio come nell'Ottocento era avvenuto con i grandi sistemi filosofici. Il diritto recepisce così dalle superteorie quei moderni principi metodologici di cui i giuristi sembrano affannosamente alla ricerca fuori dal diritto. Però, a causa della loro estrema specializzazione, queste superteorie sono quasi inaccessibili ai non specialisti. Nei decenni più vicini a noi - malamente definiti postmoderni perché si guarda al passato senza un progetto per il futuro - da questi innesti interdisciplinari nascono lo strutturalismo giuridico, la cibernetica giuridica e la teoria generale dei sistemi applicati al diritto. Per questa ragione gli ultimi decenni del Novecento e l'esordio del terzo millennio - circa mezzo secolo - sono oggetto soltanto di quattro capitoli, ciascuno dei quali ha però le dimensioni di una piccola monografia: infatti, accanto alle nuove teorie giuridiche, è necessario anche fornire una descrizione minima dei massimi sistemi scientifici extragiuridici cui esse si ispirano. E così la parte inferiore della clessidra riprende a dilatarsi e, con l'arrivo delle superteorie, ritorna alla medesima ampiezza della parte superiore.
Autore: Mario Losano

Prodotti correlati