La legislazione italiana sul conflitto di interessi.

La legge 20 luglio 2004, n.215. Orientamenti applicativi, criticita' e prospettive di riforma.

Disponibile
Codice Prodotto
000296244
 
Anno di edizione
2013
Pagine
X - 328
ISBN
9788814184048
Area di interesse
Professione
Materia
Costituzionale
32,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Lo studio illustra, nei suoi profili generali, il sistema di regolazione dei conflitti di interessi dei titolari di cariche di governo previsto dalla legge n. 215 del 2004, all'interno di un quadro di riferimento nel quale le soluzioni adottate del legislatore italiano sono poste a raffronto con le best practices seguite dai paesi più avanzati e con gli indirizzi e le linee guida elaborati al riguardo dagli organismi internazionali, in particolare dall'Ocse. L'intento è di offrire elementi di riflessione in merito all'efficacia delle soluzioni adottate dal legislatore italiano, delle quali il volume ripercorre gli aspetti più significativi, esaminando le problematiche implicate dall'attuazione delle singole disposizioni e richiamando i principali orientamenti interpretativi e le criticità riscontrate dalle autorità di controllo. Viene ricostruito, per tale via, un percorso analitico rivolto ad evidenziare, fra l'altro, l'impatto che la normativa in esame ha concretamente avuto nel limitare e contrastare il fenomeno. Su tali basi lo studio mette in luce, conclusivamente, la necessità di misure correttive e veri e propri punti di crisi sui quali appare indispensabile una riflessione riformatrice. In proposito vengono fornite alcune indicazioni che tengono conto, in particolare, dalle guidelines elaborate dall'Ocse, alle quali il nostro Paese potrebbe opportunamente ispirarsi per contrastare più efficacemente il fenomeno dei conflitti di interessi nel settore pubblico e prevenire i possibili fatti di corruzione ad essi collegati.

Prodotti correlati