La ragionevole durata del "giusto processo" nell'applicazione giurisprudenziale.

Disponibile
Codice Prodotto
000302270
 
Anno di edizione
2006
Pagine
XIX - 212
ISBN
9788814126093
Professione
Materia
Processo civile, Processo penale, Costituzionale
18,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Il volume costituisce un commento completo delle disposizioni contenute nella L. n. 89/2001 (meglio nota come "Legge Pinto"), tanto negli aspetti sostanziali quanto in quelli procedurali. Tale legge ha riconosciuto il diritto all'equa riparazione a chi ci abbia subito danno, patrimoniale o non patrimoniale, per effetto della violazione dell'art. 6 CEDU, sotto il profilo della violazione del termine di ragionevole durata del processo. Dopo un lustro dall'entrata in vigore, l'opera tenta di compiere un primo bilancio della normativa, esaminando in maniera ragionata oltre duecento pronunzie, tra legittimità e merito, di cui vengono considerate tanto la massima, quanto la motivazione. Si studia poi la stretta correlazione tra la legge n. 89 ed i principi del "giusto processo", recentemente introdotti nell'ordinamento grazie alla novella dell'art. 111 della Costituzione. Si indagano, infine, le cause del persistente stato di crisi della giustizia italiana, da molti anni oggetto di monitoring da parte degli organismi europei.
Direttore Collana: Paolo Cendon

Prodotti correlati