I paradossi della fedelta' alla Repubblica

Disponibile
Codice Prodotto
000323510
 
Anno di edizione
2013
Pagine
XIV - 306
ISBN
9788814182563
Area di interesse
Professione
Materia
Costituzionale
33,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Il presente volume offre una ricostruzione dei connotati del modello di Stato costituzionale vigente muovendo dall¿analisi del rapporto di fedeltà previsto dalla Carta repubblicana. Il dovere di fedeltà alla Repubblica, prescritto dall'articolo 54 della Costituzione italiana, si presenta, almeno a prima vista, come una situazione giuridica paradossale: da un lato, tale dovere vincola i cittadini ai principi fondamentali che connotano la Repubblica democratica nella sua attuale fisionomia; dall'altro, proprio perché tra i suddetti principi si rinvengono anche le previsioni delle libertà inviolabili dell'uomo, il vincolo di fedeltà non legittima (ed anzi esclude) forme di coercizione fisica o morale volte ad ottenere la totale sottomissione agli stessi principi repubblicani. Il paradosso, in realtà, è solo apparente, se si considera che l'ordinamento costituzionale non è un sistema chiuso e impermeabile ai fatti, agli interessi e ai valori diffusi nella società e che esso persegue l'unità politica impegnandosi a realizzare le condizioni (innanzitutto culturali) necessarie allo sviluppo dei principi della Carta repubblicana, nel pieno rispetto della libertà e della dignità di ciascuno. Nei caratteri paradossali del rapporto di fedeltà alla Repubblica è ancora possibile scorgere i riflessi delle straordinarie potenzialità di sviluppo del costituzionalismo democratico, anche nell'attuale contesto sociale, sempre più multiculturale e globalizzato.

Prodotti correlati