Flessibilita organizzativa e autonomia contrattuale.

Non Disponibile
Codice Prodotto
000324630
 
Autore
Anno di edizione
2012
Pagine
VIII - 184
ISBN
9788814180095
Area di interesse
Professione
Materia
Lavoro: previdenza e sindacale, Societa'
19,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

La monografia tratta il rapporto tra flessibilità e autonomia contrattuale, ponendosi l'obiettivo di verificare se, come da più parti sostenuto, l¿attuale panorama legislativo attribuisca alle imprese una libertà di scelta dei fattori produttivi fortemente accresciuta rispetto al recente passato. Il lavoro è diviso in tre capitoli. Il primo riguarda il fenomeno della sostituzione del modello di organizzazione gerarchica dell'impresa, attuato mediante l¿impiego di lavoro subordinato, da parte di una variegata gamma di rapporti commerciali, attraverso i quali l'impresa affida all¿esterno parti della sua attività, liberandosi degli oneri legati alla gestione del fattore lavoro. Rapporti fra loro accomunati sul piano funzionale e, al contempo, collegati da relazioni di ordine sistematico, che compongono il quadro regolativo dell¿interposizione di manodopera. Il secondo capitolo è dedicato, invece, al lavoro autonomo sotto forma di collaborazioni coordinate e continuative. Sul punto, l¿opzione del legislatore è andata nella direzione di limitare la diffusione di questo tipo di rapporti, spesso utilizzati al solo fine di eludere gli oneri correlati al lavoro dipendente, principalmente imponendo vincoli di carattere formale, nonché funzionalizzando l'esecuzione della prestazione lavorativa alla realizzazione di un progetto o programma di lavoro. Qui l¿obiettivo dell¿indagine è di verificare se i vincoli posti all'autonomia contrattuale siano realmente in grado di corrispondere allo scopo di contrastare l'uso non corretto delle collaborazioni autonome. Il terzo capitolo è diviso in due sezioni ed è incentrato sulle modalità flessibili di impiego del lavoro subordinato ottenute mediante una scansione dei tempi di lavoro che si discosta dal contratto standard, in ragione della scadenza cui è assoggettato il rapporto (contratto a termine) ovvero in considerazione della fissazione di un orario ridotto (contratto a tempo parziale).

Prodotti correlati