La libera circolazione dei lavoratori.

Trent'anni di applicazione delle norme comunitarie.

Non Disponibile
Codice Prodotto
000342660
 
A cura di
Anno di edizione
1998
Pagine
XXVII - 318
ISBN
9788814072499
Professione
Materia
Comunita' europee e unione europea
21,69 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Il volume raccoglie le relazioni e le comunicazioni presentate ad un seminario svoltosi nel novembre 1997 alla Facoltà di giurisprudenza dell'Università degli Studi di Milano. Promosso dalla Commissione delle Comunità europee, il seminario si inquadra nell'ambito delle iniziative tese a verificare, in ogni Stato membro, l'applicazione del diritto comunitario in materia di libera circolazione dei lavoratori, dal 1968 in poi. In quell'anno furono, infatti, emanati il regolamento n. 1612 ("libera circolazione dei lavoratori all'interno della Comunità") e la direttiva n. 360 ("soppressione delle restrizioni al trasferimento e al soggiorno dei lavoratori degli Stati membri e delle loro famiglie all'interno della Comunità"), considerati, a giusto titolo, atti di diritto derivato fondamentali nella materia. La libera circolazione viene presa in esame sotto vari profili: accesso all'impiego, parità di trattamento, limiti e ostacoli (di carattere fiscale o determinati dalla natura pubblica dell'impiego), condizione dei cittadini degli Stati terzi (familiari dei lavoratori, in particolare, o dipendenti da imprese in regime di prestazione di servizi), assistenza sanitaria, riconoscimento di qualifiche e titoli professionali. Il contesto comunitario e quello nazionale offrono l'occasione sia per riflettere sui problemi postisi a livello teorico e pratico, sia per formulare proposte che adeguino le norme alle esigenze manifestatesi nella prassi, nonché a quelle conseguenti alle modifiche introdotte da Trattato di Amsterdam.

Prodotti correlati