Ingiustizia politica.

Disponibile
Codice Prodotto
000509616
 
Anno di edizione
2003
Pagine
XIII - 174
ISBN
9788814102585
Area di interesse
Materia
Filosofia e teoria generale del diritto
16,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Questo lavoro condivide soprattutto tre cose: l'idea di una filosofia politica normativa, un'impostazione metodologica liberale, la fondazione di un modello cognitivista. L'idea normativa permette di ricorrere a giustificazioni di tipo etico, in forza del legame, che qui appare necessario, tra etica e politica. L'impostazione liberale permette di utilizzare un metodo di analisi sensibile al fatto, altrettanto decisivo, del pluralismo. Il modello cognitivista permette, infine, di ritenere che i nostri giudizi morali siano possibili oggetti di conoscenza accanto ad altri, per evitare che essi cadano sotto il dominio esclusivo dell'imposizione giuridica o della tecnologia politica. Il problema dell'ingiustizia, variamente affrontato nell'itinerario che si è scelto di seguire, si colloca in uno sfondo epistemologico compatibile col fatto che i valori esistono, sono conoscibili e possono essere oggetto di consensi o di dissensi, purchè entrambi vengano giustificati. Nella trattazione di problemi stringenti e terribilmente attuali, il lettore potra' notare come e' stata tenuta presente la serenita' dell'orizzonte kantiano, nella convinzione che tra i concetti di diritto, persona e liberta' ci sia un'aria di famiglia, e nella consapevolezza della rischiosa possibilita' di una loro separazione per mano della politica.

Prodotti correlati