Criminologia.

Traduzione di Mario Zanchetti.

Non Disponibile
Codice Prodotto
000536803
 
Anno di edizione
1996
Pagine
XIX - 994
ISBN
9788814045714
Professione
Materia
Psicologia giuridica e criminologia, Medicina legale
Prezzo speciale 48,08 € Prezzo normale 50,61 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Dopo la pubblicazione del volume "Il crimine dei colletti bianchi" di E.H.Sutherland, la collana "Criminologia, politica criminale e diritto penale" propone dello stesso autore, considerato uno dei più influenti criminologi del ventesimo secolo, il manuale di "Criminologia" che pur risalendo nel tempo, ha i connotati del "Classico" nel genere. La traduzione qui presentata corrisponde alla decima edizione americana, l'ultima seguita da D.R.Cressey dopo la morte dell'autore, e costituisce pertanto il punto di arrivo di questa fondamentale scuola di pensiero criminologico. L'opera rappresenta, in particolare, lo strumento di gestazione e di piena maturazione della teoria delle c.d. "associazioni differenziali", considerata uno dei modelli dominanti del pensiero criminologico contemporaneo: un principio che - nelle parole di Cressey - "continua a dar senso compiuto alla maggior parte dei fenomeni nel campo del reato e della delinquenza giovanile". Risalta, nel pensiero dei due studiosi, la ferma convinzione che il sistema più efficace per ridurre i livelli di criminalità sia un poderoso sforzo di comprensione delle condizioni economiche, politiche e sociali che producono il reato: la modificazione di tali condizioni, in una società democratica, resta per gli autori, l'alternativa non solo più giusta, ma anche "più realistica" per chi voglia incidere sul comportamento criminale.

Prodotti correlati