La valutazione della prova scientifica

Disponibile
Codice Prodotto
024202002
 
Anno di edizione
2019
Pagine
X - 166
ISBN
9788828806349
Area di interesse
Materia
Processo penale
18,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Il volume indaga gli aspetti logici ed epistemologici della valutazione delle informazioni scientifiche compiuta al termine del giudizio, anche in confronto agli apprezzamenti del sapere specialistico che il giudice opera in ulteriori fasi e gradi processuali. Anzitutto, è sviluppata un'analisi logica dell'operazione, che ne individua le articolazioni fondamentali: la valutazione di attendibilità (nomologica e applicativa) e quella di persuasività. Ciò nella convinzione che molte delle attuali incertezze in materia, specie sui rapporti tra giudice ed esperti, derivano proprio da un insufficiente approfondimento di questi aspetti logici. Nel prosieguo, l'indagine si concentra sul controllo di affidabilità epistemologica delle informazioni specialistiche, che costituisce il nucleo della valutazione di attendibilità. Così, col corredo di numerosi casi tratti dalla nostra giurisprudenza, sono passati in rassegna i vari atteggiamenti (di chiusura o di apertura) che i giudici possono assumere quando sono chiamati a risolvere questioni scientifiche complesse. Inoltre, sono posti a confronto i due principali tipi di controllo di affidabilità: quello compiuto nella fase conclusiva di valutazione, proprio del regime italiano dell'uso processuale del sapere specialistico, e quello esercitato nella fase preliminare di ammissione dei mezzi probatori, caratteristico del regime statunitense. Infine, un ulteriore approfondimento è dedicato al regime italiano, al fine di chiarire se esso, da un lato, può valere per tutte le informazioni di carattere specialistico; dall'altro, può essere utile anche al di là della valutazione probatoria del giudice di primo grado.
Direttore Collana: Giulio Ubertis

Prodotti correlati