La prova digitale

Disponibile
Codice Prodotto
024208429
 
Anno di edizione
2020
Pagine
84
ISBN
9788828819080
Collana
Area di interesse
Professione
Materia
Processo civile, Processo penale
Prezzo speciale 21,85 € Prezzo normale 23,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Negli ultimi dieci anni, la materia nota come digital forensics è stata letteralmente rivoluzionata dalla tecnologia. Con l'avvento del Cloud, paradigma di erogazione di servizi via Internet, che è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni, si è verificato un fenomeno correttamente definito dal Parlamento Europeo come "loss of personal data": in pratica abbiamo assistito ad una progressiva perdita di possesso del dato digitale che oggi è disponibile in un data center presente quasi sempre fuori dalla nostra giurisdizione e la sua acquisizione non può essere compiuta con le modalità con cui venivano acquisite le prove digitali presenti negli hard disk dei personal computer. Tuttavia, le problematiche relative all'acquisizione della prova nell'ambito delle digital forensics non si fermano al Cloud. Anche lo sviluppo dell'Internet of Things (IoT) ha generato nuove evidenze digitali ancora più sensibili e complesse tanto che negli ultimi anni si è iniziato a parlare non più di IoT, ma di Internet of the Human Body. I dispositivi IoT, infatti, forniscono evidenze che non riguardano solo il dato digitale, ma dati personali che riguardano, in alcuni casi, funzioni vitali del nostro corpo: dal battito cardiaco, alla pressione arteriosa, al numero di passi compiuti fino alle abitudini alimentari. Tali informazioni iniziano ad avere un valore giuridico davvero rilevante. Le persone si stanno iniziando a rendere conto che gli smart devices stanno entrano nelle loro vite rilevando particolari intimi circa le loro vite che potrebbero essere usati contro di loro in sede giudiziaria. Le nuove metodologie di acquisizione forense non devono più partire esclusivamente dalla prova digitale laddove risiede in uno specifico dispositivo fisico, ma va considerato anche l'ambiente dove la stessa viene resa disponibile e visualizzata, spesso e volentieri su Internet ad esempio sui social network. Sotto questo profilo, le nuove soluzioni legal tech che si stanno affacciando sul mercato non possono che costituire una prima risposta per intervenire e porre rimedio all'estrema complessità generata dalla prova digitale. Rispettando tale ragionamento è stato realizzato Cliens Prova Digitale, un SaaS (Software as a Service) che permette di acquisire con valenza forense qualsiasi contenuto disponibile online. Ogni avvocato, quindi, anche senza disporre di competenze specifiche, potrà confezionare autonomamente prove digitali nel pieno rispetto dei principali standard internazionali di informatica forense.

Prodotti correlati