Schiave e schiavi. Riflessioni storiche e giuridiche

Disponibile
Codice Prodotto
024209652
 
Anno di edizione
2020
Pagine
VIII - 344
ISBN
9788828820932
Area di interesse
Professione
Materia
Storia del diritto
35,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Tema purtroppo di straordinaria attualità, la schiavitù ha percorso tutte le epoche storiche ed è stata analizzata con ottiche di ricerca che privilegiavano la razza e la condizione di mancanza di libertà degli uomini neri, molto poco delle donne, con una attenzione particolare per l'età moderna. Schiavitù femminile è un concetto che nel tempo resta strettamente legato ad altri: emigrazione, servizio domestico, sfruttamento sessuale, prostituzione, determinando nei secoli il manifestarsi di una domanda di schiave connotata da specifiche esigenze. Di fronte all'orrore di questo fenomeno, una lettura di genere offre spunti di riflessione e spazi al dibattito che scaturiscono dalle dinamiche sul lungo periodo e dai protagonisti storici: storie di uomini e donne, schiave e liberi, libere e schiavi, giustificazioni etiche, dilemmi religiosi, ragioni economiche, distinzione di status, occasioni di progresso sociale. Questo libro guarda alla schiavitù femminile nella storia da prospettive disciplinari diverse alla ricerca della female agency e al contempo dei diritti negati.

Prodotti correlati