Onere della prova e strategie difensive

Disponibile
Codice Prodotto
024210008
 
Anno di edizione
2020
Pagine
XXVI - 166
ISBN
9788828821618
Area di interesse
Materia
Civile, Storia del diritto
22,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Il volume esamina il tema delle prove civili, privilegiando una linea di indagine attenta alla prospettiva dell'avvocato che tende ad elaborare una strategia difensiva sul terreno probatorio. La prima parte del libro tende ad indagare tutte le possibili manifestazioni dello scostamento tra ricerca della verità e sistema vigente delle prove civili, offrendo ben quindici argomenti controepistemici. La seconda parte del libro è volta ad illustrare i criteri (legali, metalegali, pattizi) che presiedono alla distribuzione, fra le parti del processo, del rischio di soccombenza per la mancata prova di una circostanza decisiva ai fini dell'esito del giudizio di fatto; e ciò, sul presupposto che la risposta fornita dalla regola stabilita dall'art. 2697 cod. civ. al quesito "chi deve provare esattamente cosa" sia incompleta e indiretta. Infine, un'ultima parte del libro è dedicata all'analisi critica del diritto vivente. La giurisprudenza, benché tenda a sostituire, integrare o temperare regole dettate da esigenze formali con criteri mossi da esigenze sostanziali, come quello basato sul principio c.d. di vicinanza della prova (per cui essa è a carico non di chi invoca il diritto, ma di chi è nella posizione migliore per fornirla), non sempre ne fa in concreto applicazioni coerenti con le premesse declamate e con il sistema ordinamentale. La riflessione si avvia così verso obiettivi pratici, delineando orizzonti applicativi e tentando di somministrare mezzi adeguati per impostare e organizzare una efficace strategia difensiva probatoria, sia prima sia durante quel "gioco" chiamato processo. .

Prodotti correlati