Quaderni fiorentini 49 (2020)

Disponibile
Codice Prodotto
024210286
 
Anno di edizione
2020
Pagine
928
ISBN
9788828824022
Area di interesse
Professione
Materia
Storia del diritto
92,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Il volume 49 (2020) dei Quaderni fiorentini è miscellaneo, eppure per una fortuita e felice convergenza più saggi propongono un approfondimento 'monografico' sul problema del 'fare storia' e sulla rilevanza (sul peso, sull'uso e l'abuso) della tradizione nel discorso giuridico. Nel saggio di apertura Pietro Costa si interroga sul mestiere dello storico e sulla tensione a un discorso che ¿dia corpo alla verità¿ superando la distanza fra l'interprete e il suo oggetto. L'incontro-scontro fra tradizione e modernità modella il passato e struttura i discorsi del futuro: la questione è variamente affrontata con riferimento alla cultura giuridica cinese, alle ideologie giuridiche del fascismo, alla questione della relazione tra regole di 'diritto comune' ed eccezioni, all¿intricato nodo dell¿interpretazione delle «tradizioni costituzionali comuni» agli Stati membri dell'Unione europea. È la stessa dinamica dei rapporti tra i poteri, è lo stesso continuo movimento delle istituzioni e dei saperi (delle diverse verità dei saperi) a selezionare modificare cancellare creare 'le tradizioni', rendendole rilevanti nella dimensione giuridica. Una parte consistente del Quaderno è infine dedicata a ricordare la figura umana e scientifica di António Manuel Hespanha, uno «storico inquieto», proteso a 'fare storia' con impegno civico, con tensione verso una conoscenza intesa come trasmissione di consapevolezze critiche e di educazione al rischio della libertà.
Coordinatore Volume: Cazzetta Giovanni

Prodotti correlati