Rilettura di Lorenzo Meucci

Disponibile
Codice Prodotto
024211327
 
Anno di edizione
2020
Pagine
XII - 101
ISBN
9788828827412
Area di interesse
Materia
Storia del diritto
13,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Si propone una lettura delle opere di Lorenzo Meucci che valorizza gli aspetti pubblicistici della sua speculazione scientifica colti nelle tematiche su: l'atto amministrativo, l'espropriazione pubblica, la discrezionalità amministrativa, gli atti di gestione e gli atti di governo, il decentramento amministrativo e, per la tutela nei confronti della pubblica amministrazione, interesse e diritto, giustizia nell'amministrazione, diritti soggettivi, interessi legittimi (occasionalmente protetti) e interessi semplici, diritti soggettivi pubblici, la IV Sezione del Consiglio di Stato e la Giunta provinciale amministrativa, l'azione popolare moderata. Una particolare attenzione è dedicata alla responsabilità delle amministrazioni pubbliche ove si evidenzia che le tesi di Meucci sono state antesignane dell'evoluzione della giurisprudenza e della dottrina e hanno trovato eco nell'art. 28 della Costituzione della Repubblica italiana. La conclusione è che Meucci ha portato nel diritto amministrativo il metodo giuridico assimilato nello studio del diritto civile, pur non disdegnando l'utilizzo di sistemi e principi di altre scienze sociali, ma non ha trasposto i principi dei privatisti nel diritto amministrativo quando l'amministrazione si ammanta di pubblicità, elaborando principi di chiara marca pubblicistica, in parte ancora attuali, e che sono diventati propri della scienza del diritto amministrativo negli sviluppi successivi.

Prodotti correlati