DIRITTO DI RECESSO E TUTELA DEL SOCIO NELLE SOCIETÀ COOPERATIVE

Disponibile
Codice Prodotto
024212949
 
Anno di edizione
2021
Pagine
VII - 243
ISBN
9788828831846
Materia
Societa'
Prezzo speciale 26,60 € Prezzo normale 28,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

Questo lavoro ha ad oggetto il ruolo del diritto di recesso e la tutela del socio nelle società cooperative, anche bancarie.

Secondo l’opinione tradizionalmente diffusa le vicende inerenti al recesso del socio cooperatore devono essere interpretate restrittivamente per evitare di pregiudicare la stabilità finanziaria della cooperativa. Tale orientamento, tuttavia, già prima facie dal punto di vista metodologico non pare persuasivo, in quanto valorizza profili di carattere patrimoniale, in vero secondari rispetto a quelli tipologicamente sottesi al recesso cooperativo. Siffatta incongruenza sembra trovare conferma quantomeno in tre nuclei argomentativi, che suggeriscono di rimeditare il comune approccio al tema: l’evoluzione del diritto societario cooperativo positivo; l’orientamento di parte della giurisprudenza; l’analisi comparatistica.

Questi argomenti inducono a ritenere che la struttura aperta della cooperativa sia un elemento caratterizzante il tipo «inderogabile per coerenza stessa alla fattispecie», e il diritto di recesso, quale corollario di siffatto principio, rappresenti un diritto c.d. irrinunziabile della partecipazione sociale cooperativa.

La ricerca trova ricchi spunti di approfondimento nel diritto cooperativo bancario. La norma dell’art. 28 TUB, infatti, da un lato, incide direttamente – e in termini settoriali – sulla sfera soggettiva del socio nel momento dell’exit; d’altro lato, suscita indirettamente – e in termini sistematici – una riflessione estesa all’intero fenomeno cooperativo (dunque, non solo bancario). Quest’ultima considerazione prende le mosse dallo sviluppo applicativo patologico della norma citata, che lascia spazio alla configurazione di fattispecie che comportano l’esclusione del diritto di recesso e una struttura societaria potenzialmente chiusa in uscita. Si tratta, all’evidenza, di un problema universale per le società cooperative, che impone una riflessione incentrata sia sulla lesione dei diritti del socio recedente, sia sui limiti tipologici imposti dalle regole inderogabili cooperative.

Direttore Collana: Dolmetta Aldo Angelo

Prodotti correlati