Il ragionamento giuridico

Disponibile
Codice Prodotto
024213820
 
Anno di edizione
2021
Pagine
209
ISBN
9788828834854
Materia
Civile, Filosofia e teoria generale del diritto
Professione
Prezzo speciale 25,65 € Prezzo normale 27,00 €
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €

Secured and trusted checkout with

La porosità e la parziale indeterminatezza del linguaggio costituiscono, per il giurista, una sfida: un problema, ma anche un’opportunità. Il problema viene in parte risolto con il ricorso alle tradizioni ermeneutiche, alle dottrine e ai loro dogmi, che attribuiscono un significato canonico alle norme e consentono di stabilizzare il sistema.

Tali rimedi, tuttavia, negli ordinamenti più evoluti non tolgono al diritto la necessaria flessibilità, che consente d’adattare la norma al fatto, sia pure in forme tipizzate e, quindi, necessariamente subottimali. Tra le interpretazioni canoniche e le esigenze pratiche si crea, così, un rapporto dialettico, che tende a un ideale di razionalità, senza mai raggiungerlo. Da qui, l’emergere della ragionevolezza, del discernimento e della prudenza come dimensioni del giuridico: un insieme di valori che si nutre delle esperienze di vita per tradurle in concrete regole di condotta.

In definitiva, l’opera si propone d’assecondare una svolta compiutamente empirista nello studio del diritto.

Prodotti correlati