Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito


I provvedimenti in materia di separazione, divorzio e tutela dei figli nati fuori dal matrimonio sono soggetti in qualsiasi momento alla richiesta di modificazione, allorché mutino i presupposti sui quali erano state assunte in precedenza. L'opera esamina la casistica e l'interpretazione della giurisprudenza allorché venga richiesta tale modifica relativamente alla prole, in tema di affidamento, collocamento, responsabilità genitoriale, esercizio del diritto di visita e diritti recentemente attribuiti ad ascendenti e parenti. Vengono richiamate inoltre le decisioni relative alla domanda di revoca o modificazione dei provvedimenti di assegnazione della casa coniugale e le numerose fattispecie relative alla modifica e alla revoca delle elargizioni economiche in favore dei figli nonché, nella separazione e nel divorzio, in favore dell'altro coniuge, anche alla luce della rivisitazione dell'assegno divorzile effettuato dalle Sezioni Unite della Cassazione con la sentenza 11 luglio 2018, n. 18287. Completa la trattazione l'analisi delle questioni connesse alla legge sulle unioni civili e agli accordi e modifiche concordate tra conviventi eterosessuali.

Potrebbero interessarti

Chiudi X