Descrizione

Descrizione

Il volume raccoglie gran parte degli interventi presentati alla prima Consensus Conference sugli aspetti medico-legali e più in generale normativi-bioetici, filosofico e teorico-giuridici, giuridico-positivi relativi ai prodotti dell'ingegneria dei tessuti, in cui medici, biologi, biomaterialisti e ingegneri, da un lato, bioeticisti, filosofi del diritto e giuristi positivi, dall'altro, hanno messo a confronto le proprie conoscenze e prospettive per tentare un primo inquadramento di questa materia così nuova. Il volume è diviso in due sezioni, che corrispondono alle due prospettive scientifica e giuridica in cui si articolano gli interventi. Nella prima sezione gli operatori scientifici illustrano lo stato dell'arte e pongono quesiti ai giuristi in relazione ai luoghi dell'ingegneria dei tessuti in cui l'assenza di previsioni normative è più avvertita; nella seconda sezione i giuristi cercano di rispondere a tali domande, evidenziando a loro volta i problemi che rimangono giuridicamente irrisolti. La presenza tra scienziati e giuristi, di bioeticisti e filosofi del diritto segnala il fatto che l'ingegneria dei tessuti rappresenta una sfida anche teorica per l'etica e il diritto. Infatti, oltre ai rilievi bioetici comuni ed altri ambiti delle scienze biomediche (per esempio, il consenso informato), l'ingegneria dei tessuti pone un inedito e ormai ineludibile quesito alla riflessione etico-giuridica: quello relativo al differente statuto da riconoscere alle diverse parti del corpo umano (pelle, sangue, cartilagini......), tradizionalmente considerato res extra commercium; parti del corpo che l'ingegneria dei tessuti toglie da una condizione di "naturalità" per "artificializzarle" con procedure di ingegnerizzazione. Il documento che conclude il volume è costituito dal testo inviato nel luglio del 1996 al Ministero della Sanità, al Ministero per la Ricerca Scientifica, al Comitato Nazionale per la Bioetica e a numerosi altri enti nazionali o regionali potenzialmente coinvolti o interessati al problema della regolamentazione dell'ingegneria dei tessuti. Testo nel quale i firmatari sottolineano l'urgenza di un'apposita normativa, invocando l'intervento degli organi a ciò preposti e che viene riprodotto perché può considerarsi come la sintesi complessiva, anche se non conclusiva delle riflessioni, dei quesiti, dei dubbi e delle convinzioni esposti nel volume.

Chi ha acquistato questo prodotto ha acquistato anche…

Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito