Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito


Il volume, aggiornato con le «disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere» (decreto-legge 14 agosto 2013, n. 93, conv. nella legge 15 ottobre 2013, n. 119), si propone come uno strumento didattico-informativo in merito ai molteplici aspetti del diritto penale, processuale e penitenziario destinati a far parte del corredo di conoscenze richiesto alle categorie degli operatori sociali chiamati a vario titolo a collaborare all'amministrazione della giustizia penale. Ampio spazio è dedicato alle misure lato sensu alternative alla detenzione, sulle quali si incentra l'idea di un trattamento progressivo proteso al superamento del momento custodialistico in favore di una fase preparatoria al reinserimento del condannato nella comunità sociale. Il minorenne viene in considerazione dapprima come oggetto di tutela penale contro fatti offensivi; successivamente come persona autore di fatti di reato; quindi nelle vesti di imputato nel procedimento penale davanti al tribunale per i minorenni. La trattazione del quadro generale degli atti di disposizione del corpo umano costituisce premessa necessaria all'esame della normativa sull'interruzione della gravidanza e sulla responsabilità connessa all'uso di sostanze stupefacenti. L'approccio metodologico si caratterizza per la costante ricerca di un momento di individualizzazione e di umanizzazione della responsabilità penale, realizzabile unicamente in virtù dei suggerimenti e dei rilevanti apporti delle "scienze sociali". I contributi degli Autori, tutti impegnati in attività professionali o di docenza nelle materie illustrate, mettono in risalto le problematiche delle varie forme di devianza e tendono ad offrire, in relazione alla normativa vigente, quelle soluzioni interpretative che sono più conformi alla moderna visione umanizzante del diritto penale.

Collaboratori: Valentina Abu Awwad , Maurizio Caldararo , Serena Chimichi , Roberto D' Ippolito , Franco Della Casa , Paola Felicioni , Davide Petrini , Giorgio Pighi , Laura Anna Riccio , Paolo Tonini , Antonio Vallini

Potrebbero interessarti

chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche ...

Chiudi X