Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per dettagli clicca qui. Utilizzando il nostro sito web si acconsente all’uso di cookie.


Nella relazione annuale 2011, l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCom) sottolinea l'importanza del processo di convergenza che contraddistingue da tempo il settore. Un riconoscimento della centralità di questo processo trova conferma nel D.Lgs. 15 marzo 2010, n.44 che, significativamente, si propone di regolare la prestazione di servizi di media audiovisivi e radiofonici tenendo conto del processo di convergenza fra le diverse forme di comunicazioni. La convergenza oggi si realizza nella compatibilità delle piattaforme e l'accentuazione del fenomeno si basa sullo sviluppo del digitale terrestre, delle fibre ottiche e della banda larga e della crescente alfabetizzazione informatica. Per il giurista, convergenza viene a indicare un settore complesso, basato sull'innovazione tecnologica, che pone non pochi problemi, tra cui il conflitto con il diritto d'autore.La presente raccolta di saggi è un commento al nuovo Testo Unico dei Servizi di Media Audiovisivi e Radiofonici (TUSMAR, D. Lgs 31 luglio 2005, n. 177), come modificato dal citato D. Lgs n. 44. I temi trattati spaziano, tra l'altro, dalla tutela della concorrenza nell'audiovisivo alla tutela della proprietà intellettuale nelle comunicazioni elettroniche, soffermandosi sulla pirateria digitale degli audiovisivi e la responsabilità degli internet provider.Seguono contributi dedicati al ruolo del servizio pubblico, alla pubblicità, alle sponsorizzazioni e product placement, alle televendite nell'ottica sia degli aspetti normativi che di tutela degli utenti, ai diritti audiovisivi nello sport, divenuto fenomeno davvero "spettacolare" e globale grazie allo sviluppo dei mezzi di telecomunicazione. Completano il volume un'utile appendice normativa e una giurisprudenziale, aggiornata allo schema di regolamento AGCom del 6 luglio 2011 in materia di tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica e alla recente sentenza della Corte di Giustizia UE 24 novembre 2011 (caso SCARLET c. SABAM), definita "a vital victory for Internet freedoms", una vittoria per la libertà di Internet.

È possibile acquistare on line i singoli fascicoli della rivista




chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche ...

Chiudi X