Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito


L'istituto della nullità ha trovato una collocazione normativa solo di recente: prima sul versante procedimentale e sostanziale, con la riforma che nel 2005 ha integrato la legge generale sull'attività amministrativa (l. n. 241/1990); poi su quello processuale con la disciplina dell'azione di nullità nel codice del processo amministrativo (d.lgs. n. 104/2010).La più grave forma di invalidità degli atti amministrativi costituisce quindi un punto di vista alternativo di analisi e verifica dello stato dell'arte di una branca fondamentale del diritto pubblico - il diritto amministrativo appunto -, tanto giovane, rispetto alle materie tradizionali del diritto privato e del diritto penale, quanto sempre più soggetto a novità e mutamenti, sia endogeni che esogeni. In particolare, il diritto amministrativo ha costituito spesso il primo campo applicativo del diritto di origine europea, costituendo l'occasione per la prima verifica del più generale impatto dell'ordinamento sovranazionale.Il volume offre un'attenta analisi della regola processuale dell'art. 21-septies della l. n. 241/1990, nonché dell'aggiornamento delle regole sostanziali, anche alla luce dell'esperienza applicativa di questi ultimi anni, e costituisce l'occasione per fare il punto su diversi aspetti del diritto amministrativo che coinvolgono l'ordinamento giuridico e sociale.

Potrebbero interessarti

Chiudi X