Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per dettagli clicca qui. Utilizzando il nostro sito web si acconsente all’uso di cookie.


"Può un mezzo decentrato come Internet avere un sistema di governo? Chi ha definito tale sistema? Sono intervenuti gli Stati? Un'organizzazione internazionale? A rispondere a tali interrogativi è una soluzione istituzionale altamente originale. Un ente senza fini di lucro controlla risorse correlate all'architettura della rete. Supera i meri aspetti tecnici, per incidere su interessi di ben più vasta latitudine. È nazionale, ma i suoi compiti hanno rilevanza mondiale. Ha natura privata, ma gli Stati operano al suo interno. Non agisce solo sull'adozione e sul coordinamento di protocolli e parametri, ma svolge una funzione regolatoria; questa, a sua volta, non è meramente neutrale, ma sfocia nella definizione di indirizzi idonei a condizionare lo sviluppo del settore. Attraverso il prisma di Internet, la globalizzazione mostra di essere molto poco rarefatta e di riflettere questioni di natura pubblica e posizioni di potere. Davanti al ruolo silente del diritto internazionale, sono gli istituti di diritto amministrativo a essere utilizzati per le esigenze della «rete delle reti» " mostrando la vitalità di concetti tradizionali e il loro riadattamento sul piano pratico e teorico."

È possibile acquistare on line i singoli fascicoli della rivista




Potrebbero interessarti

chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche ...

Chiudi X