Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito


"Può un mezzo decentrato come Internet avere un sistema di governo? Chi ha definito tale sistema? Sono intervenuti gli Stati? Un'organizzazione internazionale? A rispondere a tali interrogativi è una soluzione istituzionale altamente originale. Un ente senza fini di lucro controlla risorse correlate all'architettura della rete. Supera i meri aspetti tecnici, per incidere su interessi di ben più vasta latitudine. È nazionale, ma i suoi compiti hanno rilevanza mondiale. Ha natura privata, ma gli Stati operano al suo interno. Non agisce solo sull'adozione e sul coordinamento di protocolli e parametri, ma svolge una funzione regolatoria; questa, a sua volta, non è meramente neutrale, ma sfocia nella definizione di indirizzi idonei a condizionare lo sviluppo del settore. Attraverso il prisma di Internet, la globalizzazione mostra di essere molto poco rarefatta e di riflettere questioni di natura pubblica e posizioni di potere. Davanti al ruolo silente del diritto internazionale, sono gli istituti di diritto amministrativo a essere utilizzati per le esigenze della «rete delle reti» " mostrando la vitalità di concetti tradizionali e il loro riadattamento sul piano pratico e teorico."

Potrebbero interessarti

Chiudi X