Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per dettagli clicca qui. Utilizzando il nostro sito web si acconsente all’uso di cookie.


I primi anni '10 vedono Carl Schmitt, allora giovane uditore giudiziario a Düsseldorf, pienamente inserito nella temperie "espressionistica" che attraversa la cultura europea del tempo. Schmitt e' in quegli anni autore di brevi ma densi scritti che riflettono con grande vivacita' lo Zeitgeist della Germania prebellica, ma si mostra al tempo stesso attento ai fermenti antiformalisti e antipositivisti che vanno sviluppandosi nel quadro specifico della dottrina giuridica, segnato dalla disputa sull'interpretazione inaugurata dal movimento del "diritto libero". Il testo qui presentato ha il merito di offrire numerosi spunti di soluzione originale a problemi classici della dottrina giuridica, risultando con cio' ancora oggi - soprattutto oggi - degni di particolare attenzione.

È possibile acquistare on line i singoli fascicoli della rivista




Potrebbero interessarti

chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche ...

Chiudi X