Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per dettagli clicca qui. Utilizzando il nostro sito web si acconsente all’uso di cookie.


Si è spesso affermato, anche da parte dei autorevole dottrina e giurisprudenza, che i sentimenti appartengono ad una dimensione diversa da quella delle regole giuridiche. Ma non è così. I sentimenti, quando sono inseriti o richiamati nelle leggi, fanno parte delle regole normative e devono essere interpretati ed applicati secondo le regole giuridiche. È evidente la difficoltà di quest'operazione, ma la forza di gravità giuridica domina tutto ciò che entra nella dimensione del diritto, e stabilisce un cerchio fatale dal quale non si può uscire.

È possibile acquistare on line i singoli fascicoli della rivista




Potrebbero interessarti

chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche ...

Chiudi X