Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per dettagli clicca qui. Utilizzando il nostro sito web si acconsente all’uso di cookie.


Il Codice della responsabilità civile - diretto da Fabrizio Di Marzio, commentato e aggiornato in De Jure, con autorevoli esperti della materia - arricchisce l'innovativa collana "I Codici Commentati", offrendo l'esposizione di un settore omogeneo del diritto privato, quello, appunto, dell'illecito civile attraverso contributi d'autore che introducono al tema e guidano verso la soluzione, un'organizzazione sintetica e ordinata dei contenuti, che privilegia la rapidità di individuazione delle informazioni, la presenza di casistica e profili processuali, che aiutano a dare rilievo ai più comuni istituti e a menzionarne le più rilevanti applicazioni giurisprudenziali, un aggiornamento continuo che permette al tradizionale commento d'autore di vivere oltre la carta grazie al modulo dedicato ai Codici Commentati all'interno dei prodotti online Giuffrè e nei servizi gestionali della gamma Cliens, nella banca dati DeJure e nel portale tematico Ri.Da.Re. L'espressione "Codice" denota il proposito di ricomporre in una presentazione organica una materia in costante evoluzione, arricchita tanto dal contributo del legislatore quanto dall'operosità degli interpreti (giurisprudenza, avvocatura, dottrina). La materia della responsabilità civile si trova esposta nelle sue regole costitutive nel codice civile e poi declinata nel dettaglio in numerose leggi complementari, talune scritte anche in forma di codice ma rivolte a materie diverse e più ampie (come nel caso della disciplina della responsabilità del produttore inserita nel codice del consumo). Molte delle tematiche della responsabilità civile sono il frutto della elaborazione giurisprudenziale condotta sulla regola generale (o, se si preferisce, clausola generale) contenuta nell'art. 2043 del codice civile, che introduce il commento, diviso per aree tematiche. Le altre disposizioni codicistiche si trovano illustrate di seguito secondo lo stesso criterio. La legislazione complementare è commentata con riguardo ai principali interventi normativi (o parti degli stessi) organicamente dedicati a profili della responsabilità civile. A completamento del quadro generale è posta anche la normativa processualistica: l'illecito civile deve essere ricostruito nella sua configurazione anche sotto il profilo processuale, sia circa temi generali quali l'onere della prova e la responsabilità processuale aggravata, sia relativamente a temi più specifici quali l'azione di classe.

Collaboratori: Francesco Agnino , Fabio Antezza , Paola D' Ovidio , Mauro Di Marzio , Rosaria Giordano , Laura Mancini , Donatella Salari , Cesare Trapuzzano

È possibile acquistare on line i singoli fascicoli della rivista




Potrebbero interessarti

chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche ...

Chiudi X