Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per dettagli clicca qui. Utilizzando il nostro sito web si acconsente all’uso di cookie.


Il decennio compreso fra lo scoppio della seconda guerra mondiale, la Resistenza e la ricostruzione democratica e costituzionale del dopoguerra (1939-1948) fu profondamente segnato dal confronto fra istanze centralizzatrici, decentralizzatrici e federative che si combinarono in modi differenti nei vari Stati nazionali, per confluire nel dibattito sul processo di unificazione europea. Il volume si propone di ricostruire alcuni profili inediti di tale discussione, esaminando le idee politiche e i modelli istituzionali che emersero a livello regionale, nazionale e sovranazionale. Indice: C. Malandrino, Prefazione; G. Barberis e S. Quirico, Introduzione; C. Malandrino, I progetti federalisti di Silvio Trentin (1940-1944); C. Tripodina, Il «sogno europeo» di Duccio Galimberti e Antonino Rèpaci; A. Ballerino, Federalismo europeo, Resistenza e Risorgimento in Livio Pivano; S. Parodi, Decentramento e federalismo nelle «conversazioni radiofoniche» di Umberto Calosso; T.C. Carena, Norberto Bobbio: il filosofo del diritto e il federalismo tra il 1945 e il 1947; S. Quirico, Dalla Germania all'Europa: federalismo e decentramento in Wilhelm Röpke; G. Barberis, L¿idea di Europa e l'alternativa dell'impero latino. L'Esquisse d¿une doctrine de la politique française di Alexandre Kojève; S.A. Bellezza, Un caso di federalismo accentratore: dalla regione autonoma alla Repubblica socialista sovietica di moldava; F. Ingravalle, Accentramento e decentramento nelle pratiche dell'epurazione: l'amministrazione Poste e telegrafi di Torino; L. Ziruolo, La Resistenza senza armi: l'agire delle donne tra autonomia e centralizzazione in una provincia di confine.

È possibile acquistare on line i singoli fascicoli della rivista




Potrebbero interessarti

Chiudi X