Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito


Il lavoro monografico approfondisce il tema della partecipazione difensiva al procedimento tributario, quale garanzia di un migliore e più efficace esercizio della potestà impositiva. Esaminati l'origine ed il concretizzarsi di un diritto al contraddittorio del singolo, preliminare all'emissione di un atto autoritativo lesivo della propria sfera giuridica, nel procedimento in generale e in quello tributario in particolare, con riguardo anche ai risvolti comunitari, l'Autrice affronta concretamente le problematiche attuative del principio in ambito interno, attraverso l'esame degli esiti giurisprudenziali, degli interventi normativi e delle tesi della dottrina. In linea con l'orientamento giurisprudenziale che impone il riconoscimento del diritto al contraddittorio in tutte le fasi interne ai procedimenti tributari che abbiano come esito finale un atto portante una pretesa definita, potenzialmente lesiva della sfera giuridica del soggetto destinatario, all'indagine sulle problematiche relative ad una sua prospettabilità nelle verifiche in loco, negli accertamenti svolti in Ufficio, negli accertamenti standardizzati, nelle indagini bancarie e nell'accertamento c.d. antielusivo, è affiancata quella in tema di "altre" sequenze procedimentali che, parimenti, si concludono con l'emanazione di un atto preliminarmente al quale appare opportuno il confronto tra gli Uffici e il contribuente. Suffragando, mediante una rielaborazione organica di quanto argomentato, la ritenuta immanenza del principio del contraddittorio endoprocedimentale all'interno dell'ordinamento tributario italiano, l'Autrice, coerentemente delinea, le possibili conseguenze della sua violazione, gli ipotizzabili rimedi e le soluzioni, alla luce delle patologie invalidanti degli atti in ambito tributario e del loro inquadramento da parte della dottrina. Auspica, infine, una sistemazione definitiva, preferibilmente, con un intervento de iure condendo.

Potrebbero interessarti

chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche ...

Chiudi X