Descrizione

Descrizione

Con contributi di: C. Amato, F.M. Avato, M. Barni, A. Bianchi, M. Bona, F.D. Busnelli, F. Buzzi, C. Castronovo, P. Cendon, D. Chindemi, G. Comandé, M. Di Marzio, R. Domenici, M. Franzoni, A. Gnani, F. Martini, P.G. Monateri, U. Oliva, L. Papi, M. Paradiso, R. Pardolesi, S. Patti, F. Peccenini, G. Pedrazzi, G. Ponzanelli, A. Procida Mirabelli Di Lauro, G. Reynaud, M. Rodolfi, M. Rossetti, C. Scognamiglio, C. Sganga, S. Sica, R. Simone, D. Spera, G. Vettori, P. Ziviz. Professionisti, docenti, magistrati, medico-legali ed esperti della materia si confrontano per definire insieme il "nuovo statuto" del danno non patrimoniale. Le Sezioni Unite di Cassazione accolgono la lettura costituzionalmente orientata dell'art. 2059 c.c. e delineano, con le quattro decisioni dell'11 novembre 2008, i seguenti principi: " la categoria del danno non patrimoniale è unica; " il danno non patrimoniale non è un prius ma un posterius: ci si trova davanti ad un rimedio che presuppone necessariamente la lesione di un diritto; " per la concessione del danno non patrimoniale, il diritto leso non può consistere solo nel contra jus rilevante ai fini dell'art. 2043 c.c. ma, per l'art. 2059 c.c., è necessario, invece, un quid pluris: la lesione di un diritto inviolabile; " il danno non patrimoniale costituisce danno-conseguenza e quindi deve essere provato, evitando duplicazioni risarcitorie; " deve essere sempre garantito il principio di integrale riparazione del danno. Le quattro sentenze pervengono altresì all'esclusione della categoria del danno esistenziale come voce autonoma. Le distanze tra esistenzialisti e antiesistenzialisti restano in un confronto sempre più propositivo offerto al lettore in chiave critica.
Indice

Indice

Chi ha acquistato questo prodotto ha acquistato anche…

Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito