Il bene che crediamo di fare.

Cortocircuiti relazionali tra narrativa e giurisprudenza.

Disponibilità: Disponibile

Anno di edizione
2008
Pagine
IX - 164
Codice Prodotto
000056430
ISBN
9788814136313
Area di Interesse: Varia
Professione: Altro
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €
18,00 €
O
Descrizione

Descrizione

Il titolo di questa originale raccolta di racconti è tratto da una frase che Luigi Pirandello scrisse in Sei personaggi in cerca di autore; frase che, per intero, recita: "Ah, se si potesse prevedere tutto il male che può nascere dal bene che crediamo di fare!".Ed è proprio attorno al concetto di un "bene" che può condurre verso diverse, inquietanti sfumature di "male", che l'Autrice ha costruito le sue sei storie, tracciando uno spaccato relazionale incentrato su amori distratti o rapporti malati, sul senso profondo di crisi che spesso avvolge la coppia moderna.Vari i temi affrontati: dal semplice tradimento ai maltrattamenti in famiglia, dallo stupro all'omicidio. Ogni racconto è, inoltre, corredato da una brevissima appendice di giurisprudenza relativa al singolo "crimine endofamiliare" narrato; appendice che, in modo leggero e divertente, crea un collegamento ideale tra due mondi, quello dell'invenzione letteraria e quello della realtà processuale.
Indice

Indice

Chi ha acquistato questo prodotto ha acquistato anche…

Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito