Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito


Il collocamento di strumenti finanziari è disciplinato dal testo unico della finanza (d.lgs. n. 58/1998) come "servizio di investimento". A differenza degli altri servizi, però, esso non si esaurisce nella relazione tra intermediario finanziario e investitore, in quanto coinvolge necessariamente un terzo soggetto, l'emittente, che ne arricchisce i rapporti soggettivi. Dopo aver inquadrato la fattispecie in via interpretativa, il lavoro si propone di ricostruire la natura negoziale del rapporto tra emittente e intermediario-collocatore, per poi definire la disciplina ad esso applicabile. Il successivo esame della normativa dedicata dal t.u.f. ai servizi di investimento viene condotto alla luce delle specificità del servizio di collocamento e degli esiti raggiunti circa la qualificazione del rapporto negoziale tra emittente e intermediario-collocatore. Il Capitolo conclusivo è infine dedicato al profilo del collocamento rivolto al pubblico e, in specie, ai problemi che si pongono nella determinazione del prezzo delle azioni da collocare nell'ambito delle operazioni di Initial Public Offering (IPO).

Potrebbero interessarti

chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche ...

Chiudi X