Il ruolo dei creditori fra monitoraggio e orientamento della gestione nella societa' per azioni

Disponibilità: Disponibile

Autore
Anno di edizione
2013
Pagine
VIII - 264
Codice Prodotto
000396566
ISBN
9788814182174
Tomi
uno
Area di Interesse: Economia e aziende
Professione: Studioso del diritto
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €
29,00 €
O
Descrizione

Descrizione

Il libro affronta il tema del ruolo dei creditori «forti», in specie le banche ed altri intermediari finanziari, nella gestione delle società da essi finanziate. Si tratta di un argomento ancora poco studiato nel nostro ordinamento, ma diffuso nei paesi anglosassoni, che non si presta ad essere compiutamente ricostruito e disciplinato attraverso le sole norme che regolano l¿attuazione del rapporto obbligatorio, ma presenta significative connessioni con l'analisi di strumenti di tutela dei creditori basati su tecniche dei mercati finanziari, quale il rating, o su modelli contrattuali, mediante l'inserimento nei contratti di finanziamento a medio e lungo termine di specifiche clausole, i c.d. loan o debt covenants, che prevedono una serie di vincoli ed impegni a carico della società debitrice. Acquisita la consapevolezza degli effetti tendenzialmente positivi prodotti dal monitoraggio delle banche e degli altri finanziatori «esterni» sulla gestione delle società debitrice, il libro si sofferma, in particolare, sulle interferenze fra tali strumenti di protezione contrattuale dei creditori ed i principi fondamentali in tema di organizzazione delle società di capitali. La dimostrazione della liceità e meritevolezza di tutela dei covenants che conferiscono al creditore il potere di assumere scelte strategiche anche con una portata settoriale rappresenta il punto di avvio di una ulteriore riflessione intesa ad individuare le regole in grado di assicurare un adeguato contemperamento delle diverse sfere di interessi coinvolte. Nella linea ricostruttiva indicata viene sottolineata l¿incidenza dei covenants sul sistema dei doveri e delle responsabilità inerenti alla gestione dell'impresa sociale, evidenziandone la capacità di limitare la discrezionalità degli amministratori e l'operatività della business judgement rule, nonché di consentire una tempestiva rilevazione delle situazioni di crisi della società debitrice. Sullo sfondo dell'attitudine dei covenants, ricorrendo determinati presupposti, a fondare l'esercizio di un¿attività di direzione e coordinamento, lo studio arriva a prospettare il possibile insorgere di una responsabilità del creditore «forte» ex art. 2497 c.c. qualora dallo svolgimento della direzione unitaria in violazione dei principi di corretta gestione societaria ed imprenditoriale sia derivata una lesione del valore e dell'integrità del patrimonio della società debitrice, mettendo, nel contempo, in luce taluni profili problematici: la difficoltà di configurare l'operatività del meccanismo compensativo quale fattore di esenzione da responsabilità; le interconnessioni fra l'interesse del creditore alla salvaguardia della solvibilità della società debitrice e l'interesse specifico di quest¿ultima; il riconoscimento in capo agli amministratori della medesima società di uno spazio di autonomia entro il quale poter assumere decisioni che diano luogo ad un inadempimento contrattuale; la valutazione delle responsabilità che possono scaturire da tali scelte. Nella consapevolezza della delicatezza e difficoltà delle questioni sollevate, l'indagine si fonda su un ampio uso del dato comparatistico e tiene conto, in tale prospettiva, anche dell'evoluzione degli altri ordinamenti europei di civil law, nei quali si pongono problemi in parte analoghi di recepimento e di disciplina del fenomeno analizzato.
Indice

Indice

Chi ha acquistato questo prodotto ha acquistato anche…

Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito