La decostruzione come metodo.

Riflessi di Derrida nella teoria del diritto.

Disponibilità: Non disponibile

Autore
Anno di edizione
2002
Pagine
XIV - 194
Codice Prodotto
000012023
ISBN
9788814100499
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €
15,00 €
Descrizione

Descrizione

"Effetti superficiali", questo è il tema dell'opera: la compiuta trasformazione della decostruzione in metodo di lettura dei testi giuridici o addirittura in una sorta di teoria prescrittiva che coltiva la pretesa di indicare ciò il diritto dovrebbe essere. Non si parla insomma di Derida, ma del modo in cui i suoi testi sono stati letti, utilizzati e forse inevitabilmente traditi dalla teoria del diritto, in particolare americana.Vengono così passate in rassegna le diverse forme di questo tradimento: da quella "critica" a quella "narrativa", dalla "trascendentale" alla "comprensiva", per finire con i diversi modi di interpretare il rapporto della decostruzione con la teoria dei sistemi. Con un sospetto: che ci sia un "resto". E che questo resto sia ben più interessante di quanto il decostruzionismo giuridico lasci pensare.
Indice

Indice

Chi ha acquistato questo prodotto ha acquistato anche…

Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito