Le dottrine costituzionali di William H. Rehnquist.

Traduzione di Fabrizio Butta'.

Disponibilità: Disponibile

Anno di edizione
2008
Pagine
LVI - 704
Codice Prodotto
000068306
ISBN
9788814139253
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 50 €
75,00 €
O
Descrizione

Descrizione

William Rehnquist è morto nel 2005 all'età di 81 anni, dopo aver sieduto nella Corte Suprema degli Stati Uniti ininterrottamente dal 1972 fino alla data della morte, prima come "Associate Justice" e poi come "Chief Justice", carica cui Ronald Reagan, Presidente degli Stati Uniti, lo elevò il 17 giugno 1986. Egli ha lasciato un'eredità complessa, carica di luci più che delle ombre che una lettura ideologica può proiettare sulla sua giurisprudenza coerente e rigorosa, segnata spesso da sconfitte ma non per questo meno importante. Una linea giurisprudenziale che respingeva l'attivismo giudiziario, costantemente seguita da Rehnquist per dare rilievo alla "rule of law" piuttosto che a motivazioni di carattere politico o sociale, che egli pensava dovessero rimanere estranee alla logica della Corte, soprattutto in un'epoca attraversata da forti tensioni riguardo a temi sensibili come i "nuovi diritti" e il "new federalism". Il volume include un saggio introduttivo e un'ampia e articolata scelta delle opinioni - di maggioranza o "dissenting", scritte da Rehnquist o comunque da lui sostenute - che hanno caratterizzato la giurisprudenza costituzionale della US Supreme Court dal 1972 al 2005.
Indice

Indice

Chi ha acquistato questo prodotto ha acquistato anche…

Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito