L'azione disciplinare del datore di lavoro pubblico è da tempo al centro di interventi normativi: decreto 165/2001, contrattazione collettiva, decreto Brunetta 150/2009, legge anticorruzione 190/2012, riforma Madia 124/2015 e decreto attuativo di febbraio 2017. Anche una rilevante produzione dottrinale e giurisprudenziale di legittimità e di merito ha arricchito il complesso istituto lavoristico. Il testo analizza dunque, con visione ampia e sistematica, tutti gli aspetti dell'attuale regime punitivo interno, alla luce delle fonti normative, della migliore dottrina e della più autorevole giurisprudenza, per fornire a Magistrati, avvocati, studiosi, dirigenti pubblici, uno strumento approfondito, affidabile e completo su tutti i punti nevralgici del complesso iter disciplinare per meglio indirizzare le proprie scelte e prevenire errori. L'ampiezza dello studio, la ricchissima casistica vagliata e la ricchezza dei dati, rendono il testo il più accurato saggio edito in materia: una monografia di profilo scientifico, che vuol rappresentare il referente basilare sulla complessa tematica disciplinare, che origina quotidianamente rilevanti questioni e complessi contenziosi. Lo studio è completato da una compiuta analisi del rapporto con altre forme di responsabilità (penale, civile, amministrativo-contabile e dirigenziale) e con altri istituti (accesso, privacy, controlli sui lavoratori, ispezioni, difesa in giudizio, sospensioni cautelari, trasferimenti, mobbing, etc.) e da una utile appendice normativa con tutte le norme di riferimento, compreso il decreto attuativo della riforma Madia del 2017 sul pubblico impiego in itinere.

È possibile acquistare on line i singoli fascicoli della rivista




Potrebbero interessarti

chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche ...

Chiudi X