Descrizione

Descrizione

Una riflessione in ordine ai numerosi e complessi problemi giuridici ed istituzionali sollevati dalla legge quadro sulle aree protette (legge 6 dicembre 1991, n. 394) a dieci anni dalla sua entrata in vigore, ma nello stesso tempo un interrogativo di fondo che, tra l'altro, giustifica il richiamo all'utopia contenuto nel titolo: gli elementi di novità che la legge quadro ha introdotto sono tali da configurare soltanto un regime speciale, come afferma espressamente il legislatore all'art. 1 (le aree naturali protette sono sottoposte "ad uno speciale regime di tutela e di gestione") oppure delineano principi atti ad individuare un nuovo modello istituzionale e a diventare, per la loro pregnanza, principi generali dell'ordinamento? A riflettere su queste questioni e su un'esperienza molto ricca anche se relativamente breve, sono stati chiamati giuristi italiani che, direttamente o indirettamente, si sono occupati di aree protette e in particolare quelli che si riconoscono nel "club giuristi per l'ambiente"
Indice

Indice

Chi ha acquistato questo prodotto ha acquistato anche…

Questo sito usa cookies, anche di terze parti, per indirizzare agli utenti messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso e leggere l’informativa estesa, clicca qui. Se prosegui la navigazione accedendo ad altre aree del sito o interagendo con elementi del sito manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie usate dal sito